Comunicati stampa

02 febbraio 2018

Competenze 4.0 e nuove professioni digitali. In fiera le tecnologie che rafforzano l’asse istruzione-formazione-impresa

In mostra a Technology Hub , dal 17 al 19 maggio 2018 a Milano, i principali trend tecnologici per i professionisti di oggi e di domani. Dai Social Media Marketing Days , all’ Area Dimostrativa Tecnologia Istruzione e Lavoro con i progetti degli studenti delle Opere Sociali Don Bosco di Sesto San Giovanni

 

Milano, febbraio 2018Occupazione digitale in crescita anche in Italia. Secondo il Report Confcooperative-Censis “4.0 la scelta di chi già lavora nel futuro”, negli ultimi 5 anni gli occupati sono aumentati del 52% nel segmento più qualificato dell’ Ict, mentre le richieste di nuove professionalità sono cresciute del 30% ogni anno. Più specifica la fotografia scattata da Hunters Group, società mondiale di recruiting, con la previsione degli sbocchi occupazionali per il 2018: E-mail Marketing Manager, Sales Lead Generation, Chief Digital Officer, Cyber Security Manager, Data Protection Officer. Le figure professionali più richieste sono super specializzate, parlano in linguaggio cloud e operano su tecnologie digitali.

Ma come si sta muovendo la formazione nella quarta rivoluzione industriale? Quali sono i canali in grado di fornire le competenze che le aziende oggi richiedono? Technology Hub – L’evento professionale delle tecnologie innovative promosso da Senaf (Milano, MiCo – fieramilanocity, 17/19 maggio 2018 ), oltre a fornire una panoramica su tutti i principali comparti dell’innovazione attraverso aree dimostrative, iniziative speciali, workshop e convegni, darà alle aziende la possibilità di mostrare come l’innovazione possa essere un antidoto efficace contro la disoccupazione. Le case history in mostra, infatti, serviranno a spiegare il binomio tecnologia-ambito di lavoro, indicando lo stato dell’arte ed i trend emergenti delle competenze tecnico scientifiche necessarie per le nuove professioni. Nello specifico, l’ AREA DIMOSTRATIVA TECNOLOGIA ISTRUZIONE E LAVORO, a cura dell’ Istituto Tecnico Tecnologico “E. Breda” presso i Salesiani di Sesto San Giovanni, evidenzierà come l’utilizzo delle tecnologie digitali rappresenti un asset strategico e un aspetto fondamentale per preparare i giovani al mondo del lavoro.

Gli studenti dell’Istituto “E. Breda”, una realtà di rilievo per il bacino di utenza nord Milano che nel 2017 vanta ben il 70% di studenti occupati subito dopo il conseguimento del diploma (fonte Eduscopio), daranno prova dei risultati e del potenziale delle skill raggiungibili durante il percorso formativo, presentando una serie di progetti legati al mondo dell’elettronica-informatica, dell’automazione-robotica e della modellazione-stampa 3D, nella formula del laboratorio condiviso. I giovani, a dimostrazione di come un importante contributo innovativo per le imprese possa giungere dalle idee degli studenti delle scuole superiori che conoscono e utilizzano le nuove tecnologie, proporranno tra le numerose sperimentazioni, un cubo a led con giochi di luce realizzato con arduino, la prototipazione 3D con un software di modellazione solida (solidworks), la stampa 3D di un piccolo braccio robotizzato, il progetto di una mano robot movimentata mediante un guanto e la comunicazione senza fili, fino alla preparazione di un esempio di quadro elettrico, che possa mostrare come utilizzare i concetti di IoT applicati alla raccolta dati e alla gestione di un impianto.

“E’ indispensabile tenere in considerazione l’impatto sociale delle nuove tecnologie digitali. La scuola oggi deve essere in grado di supportare il mondo aziendale e di fornire agli studenti che si affacciano al mercato del lavoro la preparazione che le imprese si aspettano e che sempre più richiedono – commenta il Prof. Ferdinando Gaviraghi, Coordinatore Responsabile Attività Laboratoriali del settore Elettrico & Automazione, dell’Istituto Tecnico Tecnologico “E. Breda” Salesiani di Sesto San Giovanni – In che modo?
Competenza, condivisione e team working sono gli elementi chiave alla base del nostro metodo di apprendimento, che quest’anno ci vede compiere il traguardo importante dei 70 anni di presenza dei Salesiani a Sesto San Giovanni. La nostra esperienza dimostra che una formazione tecnica scolastica aumenta nei giovani le opportunità di proseguire con coerenza il proprio percorso di studio o lavoro: la maggior parte, infatti, dopo il diploma riesce ad avere sbocchi in realtà lavorative o di studio in linea con quanto già appreso grazie alle competenze acquisite. Un passo dunque più vicino al mondo del lavoro e alla possibilità di trovare presto un’occupazione.”

Le esigenze di formazione non sono però solo per i giovani che saranno i professionisti di domani, ma anche per chi ha la necessità di aggiornarsi sulle ultime tecnologie e sulle competenze strategiche in termini di business. E’ in questo contesto che a Technology Hub s’inserisce la sesta edizione del Social Media Marketing Digital Communication Days Italia – #SMMdayIT –, evento punto di riferimento B2B sui temi del social media marketing e della digital communication, che durante le tre giornate in fiera organizzerà oltre 30 interventi verticali su temi-chiave del social e del digital, per spiegare tecniche, condividere progetti, esperienze, competenze e cultura sui Social Media e sul Digital nel mondo Business in Italia.

All’interno dell’area espositiva della fiera, ci sarà anche uno spazio dedicato alle nuove soluzioni da utilizzare per migliorare le strategie social e web delle aziende: dal monitoring all’ADV e alla Lead Generation, passando per le tecniche SEO e e-commerce, fino ai tool più indicati e ad un’overview sulle nuove figure professionali che stanno spopolando in quest’ambito.

I numeri di Technology Hub 2017

7.353 visitatori, 147 espositori, 500 prodotti innovativi, 18 iniziative speciali, 112 workshop e convegni, 280 ore di formazione. 8 settori dedicati all’innovazione: dalla stampa 3D all’additive manufacturing, passando per la realtà aumentata e virtuale, l’elettronica e l’internet delle cose, i materiali innovativi, i droni, la robotica collaborativa e di servizio, l’app economy e il social media marketing. Molteplici gli ambiti di applicazione esplorati: tecnologie industriali; medicale; dentale; edilizia e architettura; arredo e design; arte e beni culturali; gioiello e bijoux; moda e calzatura; retail; didattica.